Lo Storytelling nel Turismo: Storie da raccontare e vantaggi

La nostra specie ragiona per metafore e impara attraverso le storie.

Così scrive l’antropologa e scrittrice statunitense Mary Catherine Bateson, ricordandoci come le storie abbiamo un potere evocativo unico, come siano capaci di insegnare e di incidersi nella nostra mente, di emozionare e di giungere dritto al cuore. Ecco perché le storie sono tecnica di marketing e di comunicazione oggi tanto chiacchierata. Spesso chiacchierata, appunto. Saper fare Storytelling, infatti, è più complesso di quanto si possa pensare, eppure può riservare importanti opportunità alla promozione di un brand.

E proprio nel turismo lo Storytelling trova una delle sue migliori espressioni, nel settore in cui emozioni, avventure e storie sono le protagoniste indiscusse. Utilizzare lo storytelling per promuovere la tua struttura ricettiva è un investimento lungimirante e proficuo per diverse ragioni. Vuoi sapere quali? Bene, ora facciamo un po’ di chiarezza e cerchiamo di capire insieme cos’è lo Storytelling, come funziona, quali vantaggi offre e perché introdurlo nelle tue attività promozionali.

Cos’è lo Storytelling

Lo Storytelling è molto più dell’arte di raccontare una storia, come spesso avrai letto. Lo Storytelling è una tecnica comunicativa che si serve delle regole e degli espedienti della narrativa e della retorica per intessere storie capaci di veicolare un messaggio ben preciso e nel quale il lettore può e deve riconoscersi e immedesimarsi.

Perché le Storie funzionano? Per diverse ragioni:

  • perché emozionano e toccano corde profonde e intime,
  • perché favoriscono l’immedesimazione del lettore nell’avventura/disavventura narrata;
  • perché veicolano valori;
  • perché si incidono nella memoria.

Le fasi dello Storytelling aziendale

Lo Storytelling aziendale per funzionare deve seguire la tipica struttura della narrazione elaborata con l’itento di veicolare valori e di indurre il lettore a immedesimarsi in questi e nei protagonisti della storia. Le fasi dello Storytelling, in linea generale, sono 6:

  1. Incipit. In cui si racconta la situazione e sono presentati i personaggi del racconto;
  2. Contesto e Problema. E’ questa la fase in cui viene descritto il contesto narrativo e viene presentato il problema che l’eroe dovrà risolvere;
  3. L’apparizione dell’eroe. In questa fase appare l’eroe, il personaggio che risolverà il problema, che offrirà la soluzione e che si farà portatore dei valori del brand. E’ in lui che il lettore dovrà identificarsi;
  4. Avventure e disavventure. Ora è giunto il momento delle peripezie, quelle che l’eroe affronterà e che lo vedranno contrapporsi ad un antagonista. Magari in questa fase l’eroe troverà il supporto di un co-protagonista, quel che è certo è che si avvicinerà alla soluzione del suo problema;
  5. Lieto fine. In questa fase l’eroe protagonista si sublima. Dopo aver affrotato le mille peripezie, scrive ora il lieto fine della sua storia;
  6. La morale. E’ questa la fase in cui bisogna ricordare i valori del brand e l’importanza della soluzione che offre, così da valorizzare il brand e il messaggio comunicato.

Gli obiettivi dello Storytelling aziendale

Ok, ma perché è così importante lo Storytelling aziendale? Quali sono i suoi obiettivi? Solo emozionare? No, dietro la tecnica dello storytelling aziendale c’è molto di più. I suoi obiettivi sono molteplici e tutti fondamentali per un brand:

  • raccontare l’identità del brand;
  • comunicare i core values del brand;
  • facilitare il riconoscimento degli utenti-clienti nei valori aziendali;
  • veicolare la mission e la vision del brand;
  • far sentire i lettori-clienti parte della Storia;
  • avvicinare e affezionare i lettori-clienti al brand;
  • raccontare la soluzione che il brand offre e i problemi che risolve.

Strutture ricettive e Storytelling: quali vantaggi?

Perché la tua struttura ricettiva dovrebbe fare Storytelling? Quali opportunità e quali vantaggi può riservarti? Eccoli, in un elenco chiaro e impossibile da sottovalutare:

  • lo Storytelling è una forma di promozione indiretta, implicita, per questo capace di attrarre con maggiore facilità l’attenzione e l’interesse dei tuoi potenziali clienti, incuriosendoli e affezionandoli;
  • lo Storytelling è una tecnica che permette di comunicare con personalità l’identità del tuo brand;
  • il turismo è un territorio fertile per lo Storytelling, poiché ogni viaggio è esperienza, emozione, avventura, storia;
  • lo Storyteling è una tecnica di marketing e di comunicazione che ti permette di accescere la tua brand awareness, la conoscenza e la visibilità della tua struttura ricettiva;
  • con lo Storyteling puoi raggiungere con originalità nuovi clienti;
  • con lo Storytelling puoi emozionare, affezionare e fidelizzare i clienti che hai già acquisito;
  • lo storytelling stimola il passaparola positivo, che per te significa promozione gratuita e disinteressata;
  •  a parità di altre condizioni (sicurezza, pulizia, rapporto qualità/prezzo) della tua struttura ricettiva rispetto ai competitors, lo Storytelling può orientare la decisione di acquisto del tuo cliente.

E’ possibile, secondo te, sottovalutare tutti questi preziosi vantaggi?

Turismo: quali Storie puoi raccontare?

Le strutture ricettive hanno molte storie da raccontare, spesso più di quelle che credono di possedere nel loro scrigno magico. In particolare, lo Storytelling applicato al turismo può riguardare tre tipologie di storie:

  1. la storia della struttura ricettiva e del suo brand, che punta a valorizzare i suoi caratteri distintivi, l’unicità dell’esperienza che può offrire. In questo caso puoi raccontare quando è nata la tua struttura ricettiva, come e perché, chi sono i membri del team, quali traguardi hai raggiunto, quali successi ed esperienze hai vissuto, qual è la tua quotidianità, quali sono i retroscena e i dietro le quinte;
  2. la storia del territorio in cui la struttura ricettiva si trova, che mira a valorizzare la destinazione. Il racconto riguarderà la storia, la cultura, le tradizioni, le caratteristiche, l’arte, gli eventi organizzati, i posti e le bellezze paesaggistiche da visitare, i piatti tipici da gustare in quel determinato territorio;
  3. la storia di chi ha vissuto la struttura ricettiva, delle persone che si sono rese protagoniste di un viaggio che tu avrai il compito di rendere unico e indimenticabile. E ti dirò di più: solo se ci riuscirai potrai contare sulla storia di chi ha vissuto la tua struttura ricettiva. Magari potrai sorprendere i tuoi ospiti con un gesto inatteso o con un dono di benvenuto, potrai invogliarli a pubblicare una foto o una recensione, potrai ospitare all’interno della tua struttura una postazione dedicata agli scatti per i social e costruita con originalità e personalità.

Insomma, lo Storytelling applicato al turismo è un territorio ricco di opportunità pronte per essere colte e sfruttate.

Hai bisogno di un professionista della comunicazione che ti aiuti a promuovere la tua struttura ricettiva?

Contatta Daniele Romei, consulente in comunicazione aziendale ed ambientale