Newsjacking: cos’è e quando funziona

Promuoverti oggi significa saper fare Content Marketing, ovvero produrre contenuti in grado di comunicare al tuo target di riferimento contenuti interessanti, emozionanti, in grado di attrarre la loro attenzione e di convincerli a dedicarti il loro tempo e la loro fiducia.

I contenuti che produci, in linea generale, possono essere di due tipi:

  • possono essere dei cosiddetti evergreen, ovvero dei contenuti longevi, sempre validi;
  • possono sfruttare  la tecnica del Newsjacking.

Leggi anche: Blog: tutti i vantaggi per il tuo business.

 

Cos’è il Newsjacking?

Definito da David Meerman Scott nel suo libro The new rules of Marketing and PRil Newsjacking è la capacità di produrre contenuti capaci di sfruttare le notizie del momento e il loro clamore al fine di portare visite al tuo blog e di generare popolarità in modo rapido e veloce. Fare Newsjacking significa saper cavalcare l’onda della popolarità della notizia, parlando di quell’argomento immediatamente dopo la diffusione della news. Tempestività, rapidità, immediatezza sono caratteristiche fondamentali nel caso del Newsjacking poiché ti permettono di sfruttare l’interesse vivo attorno a quell’argomento e ti consentono di arrivare prima degli altri.

Quando il Newsjacking funziona?

Affinché il Newsjacking funzioni è importante la convivenza di molteplici fattori:

  • la tempestività con cui produci il contenuto, che devi pubblicare immediatamente dopo la diffusione della breaking news, così da arrivare prima degli altri e godere di visibilità;
  • per essere tempestivo devi monitorare le notizie di settore in tempo reale. Come fare? Devi organizzare un feed relativamente all’argomento di tuo interesse e che si aggiorni in real time. Puoi usare tool quali Hootsuite, Feedly, Flipboard, puoi sfruttare la sezione News di Google, puoi creare delle liste su Twitter, puoi monitorare gli hashtag di tuo interesse su tutti i social network;
  • devi produrre contenuti in modo rapido;
  • i tuoi contenuti devono essere interessanti per il target di riferimento, devono attrarre la loro curiosità e convincerli a leggerti. E facile non è, per questo è molto importante studiare il blog post in ogni passo e curare attentamente ogni sua sezione: dal titolo all’introduzione passando per il corpo del testo fino alla conclusione e alla Call To Action, nulla deve essere lasciato al caso;
  • le informazioni che offri devono essere utili e puntuali, pena la tua reputazione e la perdita di interesse da parte del lettore. Per questo, prima di fiondarti nella produzione di un contenuto che cavalca l’onda del Newsjacking, devi informarti bene, con precisione e meticolosità. Se sei incerto su di una notizia o su di un dettaglio di essa, meglio non scriverlo;
  • devi prestare grande attenzione alle principali tecniche SEO (keywords, tag, metadescription, url, ottimizzazione delle immagini, headline e formattazione) perché sono proprio queste che ti aiuteranno a posizionarti sui motori di ricerca per quel determinato argomento;
  • fondamentale è la capacità di promuoverti sui Social Network e di attivare un meccanismo virale di passaparola e di condivisione della tua notizia. Come riuscirci? Tieni presente che le persone condividono contenuti che li fanno apparire esperti e originali agli occhi degli altri, che permettono loro di distinguersi, di raccontarsi, di affermare la loro personalità, di ottenere l’attenzione dei follower, dei parenti e degli amici oppure condividono contenuti realmente validi, che hanno voglia di premiare.

Newsjacking: opportunità e rischi

Il Real Time Marketing, sul quale si fonda il Newsjacking è un’arma a doppio taglio: può riservare grandi soddisfazioni ma può anche tenderti pericolose e disastrose trappole. Allo stesso modo, il Newsjacking può rivelarsi una tecnica utile ma anche pericolosa per il tuo brand e per la tua attività di promozione. Quali sono i suoi vantaggi? E quali gli svantaggi?

Sfruttare la tecnica del Newsjacking può essere utile perché:

  • ti consente di portare un gran numero di visite al tuo blog;
  • ti permette di guadagnare popolarità e notorietà;
  • è una tecnica di marketing di immediata efficacia.

Quali sono i rischi che il Newsjacking comporta?

  • la caducità dell’argomento che tratti, che quindi potrà portarti un gran numero di visite in un lasso di tempo molto ridotto e poi nulla più;
  • richiede un dispendio notevole di tempo e di energie poiché si basa sul monitoraggio costante delle notizie di settore;
  • non sono notizie utili per stabilire un legame duraturo e affettivo con i tuoi lettori, quindi per creare una community;
  • non sono utili per convincere le persone a fidarsi di te, ad affidarsi a te come professionista, ad acquistare i tuoi prodotti o i tuoi servizi;
  • le notizie finte sono sempre in agguato e spesso non sono neppure facili da scovare;
  • sul Web tutto corre alla velocità della luce e un Epic Fail può farti precipitare rovinosamente, soprattutto se non sei preparato ad affrontare e a gestire una crisi tempestivamente, magari trasformandola in una opportunità.

Newsjacking: il gioco vale la candela?

Alla luce di queste considerazioni, credi che valga la pena impiegare la tecnica del Newsjacking per promuovere il tuo brand? O pensi sia meglio puntare su contenuti personalizzati, che non cavalcano l’onda del momento e che probabilmente richiedono più tempo per garantirti risultati ma che magari sono capaci d attirare l’attenzione, l’interesse delle persone e, soprattutto, di conquistare il loro affetto e la loro fiducia?

 

Hai bisogno di un professionista della comunicazione che ti aiuti a promuovere il tuo brand e ti consigli quali strategie e quai tecniche sono più adatte a te?

Contatta Daniele Romei, consulente in comunicazione aziendale ed ambientale